torna alla lista

I benefici di camminare scalzi sul parquet

Sapevi che camminare a piedi scalzi in casa procura un notevole sollievo per tutto il corpo? L’importante è che il pavimento su cui camminiamo sia accogliente! Quale miglior materiale del legno? Scopriamo assieme tutti i benefici di camminare scalzi sul parquet.

Il legno è un materiale vivo, unico e inimitabile, con la capacità di trasmettere un’immediata sensazione di calore e accoglienza. Grazie alle sue caratteristiche, il legno dona personalità a ogni tipo di stanza o ambiente. Possiede proprietà benefiche e assicura il comfort dell’abitazione e di qualsiasi ambiente in cui viene posato.

Quando indossiamo le scarpe abituiamo i nostri piedi a non avere un contatto diretto con il suolo. Per ritrovare un legame che andrebbe altrimenti perso è bene trascorrere del tempo a piedi scalzi. Quale migliore occasione per farlo quando siamo a casa?

Camminare scalzi su un pavimento in legno è molto diverso rispetto a un pavimento in ceramica o realizzato con altri materiali. I nostri piedi, infatti, traggono beneficio dalle superfici naturalmente temperate e irregolari. Passo dopo passo, senza scarpe e calze sul parquet, il nostro corpo riscopre il piacere di sentire il legno a contatto con la propria pelle.

La conformazione dei nostri piedi è predisposta per mantenersi allenata sulle superfici non completamente levigate. Le venature naturali del legno aiutano a evitare la formazione del piede piatto e contribuiscono la stimolazione della circolazione sanguigna. Questo è uno dei principali vantaggi di avere un pavimento in legno, oltre all’accogliente tepore del materiale.

Camminare scalzi sul parquet di casa è un’esperienza rilassante, che coinvolge la nostra pelle in un viaggio attraverso le sensazioni collezionate dalle piante dei piedi mentre accarezzano il pavimento. Per questo molte persone decidono di posare nella propria abitazione il parquet, oltre che per pregi estetici e funzionali.

Nel periodo invernale, se dotati di riscaldamento a pavimento, è necessario far sì che la temperatura della superficie del piano di calpestio non sia superiore a 24°C. Per mantenere in ottimo stato il parquet e, allo stesso tempo, salvaguardare anche il benessere del nostro corpo, la temperatura del nostro ambiente dovrebbe essere compresa tra i 18-22°C e l’umidità relativa ambientale dovrebbe essere compresa tra un tasso del 40%-65%. Queste sono le condizioni per ottenere un ambiente accogliente e confortevole, che consente di camminare a piedi scalzi mantenendo ottimale la circolazione sanguigna ed evitando fastidiosi gonfiori a piedi e gambe.

Perché toccando legno, acciaio, marmo alla stessa temperatura questi ci danno sensazioni termiche diverse? Semplicemente perché è diversa la loro conduttività termica, cioè la loro capacità di asportare il calore dalla nostra pelle.